SOLENNITA’ DI MARIA SS.MA MADRE DI DIO

Reading Time: 2 minutes read

Maria di Nazareth, è la madre di Gesù. Venerata come “Santissima Madre di Dio” dai cattolici e dagli ortodossi (che la onorano del titolo di Θεοτόκος, Theotókos), la sua santità è comunque riconosciuta dalla Comunione anglicana e anche da confessioni protestanti come quella luterana. Soprattutto in Italia è usato anche il titolo di Madonna.

Facendo riferimento anche al passo evangelico sotto evidenziato, Maria, la Madre di Gesù Cristo è un modo ortodosso ed esaustivo di riferirsi a Maria:

“la” (Madre di Dio) in quanto protagonista di un evento unico e irripetibile, quale è l’Incarnazione,

“Gesù”, che in ebraico antico vuol dire Il Salvatore: il nome di persona che Ella diede a suo Figlio, secondo la volontà di Dio che gli fu annunciata dall’Arcangelo Gabriele,

“Cristo”: che in greco antico vuol dire l’Unto del Signore,

“Dio”: “Figlio di Dio” nel Vangelo, e poi anche Dio stesso, come sarà compreso nella successiva definizione del Mistero della Trinità: Gesù Cristo è la Seconda Persona della Santissima Trinità.

Maria, madre di Gesù Cristo, era collegata alla nobile discendenza di Davide, Re di Israele: Salmi 132:11, e Vangelo di Luca 1:32; e per tramite di Elisabetta (madre del Battista), parente di Maria in Luca 1:36, dove a sua volta Elisabetta era discendente del sommo sacerdote Aronne in Luca 1:5. A tutto questo, si aggiunge la genealogia di Gesù dal ramo paterno e materno. (1)

Il nostro pensiero si volge ora naturalmente alla Madonna, che oggi invochiamo come Madre di Dio. Fu il Papa Paolo VI a trasferire al primo gennaio la festa della Divina Maternità di Maria, che un tempo cadeva l’11 di ottobre. Prima infatti della riforma liturgica seguita al Concilio Vaticano II, nel primo giorno dell’anno si celebrava la memoria della circoncisione di Gesù nell’ottavo giorno dopo la sua nascita – come segno della sottomissione alla legge, il suo inserimento ufficiale nel popolo eletto – e la domenica seguente si celebrava la festa del nome di Gesù. Di queste ricorrenze scorgiamo qualche traccia nella pagina evangelica che è stata poco fa proclamata, in cui san Luca riferisce che otto giorni dopo la nascita il Bambino venne circonciso e gli fu posto il nome di Gesù, “come era stato chiamato dall’angelo prima di essere concepito nel grembo della madre” (Lc 2,21). Quella odierna pertanto, oltre che essere una quanto mai significativa festa mariana, conserva pure un contenuto fortemente cristologico, perché, potremmo dire, prima della Madre, riguarda proprio il Figlio, Gesù vero Dio e vero Uomo. (2)

FONTI

(1) https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_(madre_di_Ges%C3%B9)

(2) https://www.vatican.va/content/benedict-xvi/it/homilies/2008/documents/hf_ben-xvi_hom_20080101_world-day-peace.html

[Condividi questo post nei social e/o via mail]