Messico, Dal 1990 ad oggi oltre 80 sacerdoti uccisi

Reading Time: 1 minute read

“I crimini di estorsione, frode contro sacerdoti e religiosi, nonché attacchi ai templi cattolici sono aumentati nell’attuale mandato di sei anni Questi dati sono evidenti dalle denunce nei media e nei social network dei vescovi quando notano le modalità che i criminali svolgono e che mutano come richiesto dalle esigenze di raccolta di denaro che si ottiene illegalmente. Sfortunatamente, la figura nera è superiore alle denunce presentate “, osserva il rapporto.

La maggior parte dei casi non viene mai risolta. In questo senso, viene anche denunciato che “oltre l’80% dei casi di omicidi, estorsioni, attacchi e rapine contro i templi cattolici non sono stati risolti”, e si rammarica amaramente che “Né la procura né la procura hanno dato risposte chiare a questo fenomeno, al contrario, le indagini sono irregolari e con grandi lacune. ”.

Di questi oltre 80 casi di omicidio Il 10% si è verificato durante il mandato di sei anni del presidente Andrés Manuel López Obrador, registrando la maggior parte di questi omicidi contro sacerdoti (50) negli ultimi tre sei anni, la maggior parte dei quali nel governo Enrique Peña Nieto, come rivelato dalla stampa messicana.

Fonte
Religione-Digitale

[Condividi questo post nei social e/o via mail]