Lectio Divina del 1/12/21 , Giovanni, Precursore, Profeta e Battista

Reading Time: 1 minute read

Lo Spirito di Cristo nella pienezza del tempo.

“Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni” ( Gv 1,6 ). Giovanni è “pieno di Spirito Santo fin dal seno di sua madre” ( Lc 1,15; Lc 1,41 ) per opera dello stesso Cristo che la Vergine Maria aveva da poco concepito per opera dello Spirito Santo. La “visitazione” di Maria ad Elisabetta diventa così visita di Dio al suo popolo [Cf Lc 1,68 ].

Giovanni è “quell’Elia che deve venire” ( Mt 17,10-13 ); il fuoco dello Spirito abita in lui e lo fa “correre avanti” [come “precursore”] al Signore che viene. In Giovanni il Precursore, lo Spirito Santo termina di “preparare al Signore un popolo ben disposto” ( Lc 1,17 ).

Giovanni è “più che un profeta” ( Lc 7,26 ). In lui lo Spirito Santo termina di “parlare per mezzo dei profeti”. Giovanni chiude il ciclo dei profeti inaugurato da Elia [ Mt 11,13-14 ]. Egli annunzia che la Consolazione di Israele è prossima; è la “voce” del Consolatore che viene ( Gv 1,23 ) [Cf Is 40,1-3 ].

Come farà lo Spirito di verità, egli viene “come testimone per rendere testimonianza alla Luce” ( Gv 1,7 ) [Cf Gv 15,26; Gv 5,33 ]. In Giovanni, lo Spirito compie così le indagini dei profeti e il desiderio degli angeli: [Cf 1Pt 1,10-12 ] “L’uomo sul quale vedrai scendere e rimanere lo Spirito è colui che battezza in Spirito Santo. E io ho visto e ho reso testimonianza che questi è il Figlio di Dio. . . Ecco l’Agnello di Dio” ( Gv 1,33-36 ).

Infine, con Giovanni Battista lo Spirito Santo inaugura, prefigurandolo, ciò che realizzerà con Cristo e in Cristo: ridonare all’uomo “la somiglianza” divina. Il battesimo di Giovanni era per la conversione, quello nell’acqua e nello Spirito sarà una nuova nascita [Cf Gv 3,5 ].

Fonte : gliscritti.it/dchiesa/ccc/ccc.html#h6718

[Condividi questo post nei social e/o via mail]