Cristianesimo scientista

Reading Time: 2 minutes read

La Christian Science (letteralmente Scienza Cristiana) è un nuovo movimento religioso cristiano metafisico fondato nel 1879 negli Stati Uniti d’America da Mary Baker Eddy (1821-1910). La sua missione dichiarata è quella di ripristinare il cristianesimo primitivo ed il suo elemento perduto di guarigione. La Chiesa Madre di questo movimento, La Prima chiesa del Cristo, Scientista, ha sede a Boston, nel Massachusetts, USA. Sebbene le denominazioni di Scienza Cristiana e Scientology siano somiglianti, le due entità non hanno niente a che fare tra di loro. Solo l’influenza del sistema di Phineas Quimby e del movimento New Thought sulla teologia e gli insegnamenti della Scienza Cristiana rimane oggetto di dibattito; tuttavia Mary Baker Eddy successivamente si allontanò dagli insegnamenti di Phineas Quimby, sostenendo che la guarigione arriva direttamente da Dio e non attraverso la mediazione della mente; la Scienza Cristiana pertanto non si considera parte del movimento New Thought. La dottrina della Chiesa Scientista si basa sull’affermazione presente nella Genesi in cui si dice che Dio fece tutto e tutto quello da Lui fatto viene ritenuto “buono”. Da qui il riconoscimento che l’unica realtà è Dio e la sua creazione è spirituale anziché materiale. Ne consegue che l’uomo, creato a perfetta immagine e somiglianza di Dio, è un essere spirituale e non materiale. Questo riconoscimento della realtà spirituale della creazione porta alla consapevolezza dell’irrealtà del peccato, della malattia e della morte, e permette all’uomo di arrivare alla liberazione da questi mali e alla guarigione attraverso la via insegnata da Cristo Gesù. Essendo il paradiso e l’inferno stati mentali, il diavolo è il simbolo della natura esteriore apparente (il cui significato etimologico è quello di “separatore” o “ingannatore”) che viene vinto dalla fede in Cristo (la fede è la comprensione della natura perfetta intrinseca del cosmo) vince, simbolizzata nell’eucarestia, immagine dell’unione con la natura perfetta incarnata da Cristo, e l’anima stessa riflette il dualismo, distinguendosi in mente mortale e mente immortale. Mary Baker Eddy, essendo cresciuta in una famiglia congregazionalista profondamente religiosa, si ribellò contro la dottrina calvinista della predestinazione e contro il concetto del peccato originale e dell’inferno in tenera età, e regolarmente si rivolse alla Bibbia con la sua preghiera di ricevere la speranza e l’ispirazione.

fonte

[Condividi questo post nei social e/o via mail]