Costituita Associazione diritti umani e difensori civici Stati turchi

Reading Time: 2 minutes read

L’Uzbekistan a questo storico evento è stato rappresentato dal Primo Vice Presidente della Camera legislativa di Oliy Majlis della Repubblica di Uzbekistan, direttore del Centro nazionale per i diritti umani della Repubblica di Uzbekistan Akmal Saidov.

L’anno scorso si sono svolte ad Ankara e Istanbul Days of Culture of Uzbekistan. Quest’anno sono in programma le Giornate della cultura turca nelle città di Tashkent e Samarcanda.

Sempre nel 2022, il primo vertice dell’Organizzazione degli Stati turchi si terrà in Uzbekistan.

“La nuova Associazione sarà un’organizzazione unica che unisce le istituzioni nazionali per i diritti umani e i difensori civici dei nostri paesi. Questa struttura contribuirà all’efficace risoluzione delle questioni relative alla garanzia dei diritti dei cittadini negli Stati membri dell’Organizzazione degli Stati turchi, “A. sottolineato. Saidov.

L’Associazione creata copre una vasta gamma di cooperazione nel campo dei diritti umani, tra cui:

– sensibilizzare sulle attività del Mediatore e delle istituzioni nazionali per i diritti umani dei paesi di lingua turca;

– scambio di conoscenze ed esperienze nel campo dei diritti umani attraverso l’organizzazione di corsi di formazione congiunti, seminari, progetti;

– conduzione di corsi di formazione e seminari congiunti, ricerca nel campo dei diritti umani;

– ampliare le opportunità di cooperazione nei meccanismi internazionali e regionali nel campo della protezione e della promozione dei diritti umani.

Aggiungiamo che lo sviluppo di una stretta cooperazione tra le istituzioni nazionali per i diritti umani dei paesi di lingua turca è oggi una questione urgente. Va notato che questo argomento è stato ampiamente discusso nel 2018 al Forum asiatico sui diritti umani, che si è tenuto per la prima volta nell’antica Samarcanda.

Nel 2019, a Istanbul alla 2a Conferenza internazionale sui diritti umani e agli incontri online dei difensori civici della Turchia, Kirghizistan, Azerbaigian, Kazakistan e Uzbekistan hanno tenuto per due anni dopo, è stata anche discussa la possibilità di creare un’associazione delle istituzioni nazionali per i diritti umani e dei difensori civici dei paesi di lingua turca.

Il Centro nazionale per i diritti umani della Repubblica di Uzbekistan ritiene che questa associazione, creata nelle attuali condizioni per rafforzare la cooperazione tra i paesi di lingua turca, diventerà una comoda piattaforma di cooperazione tra le istituzioni nazionali per i diritti umani.

[Condividi questo post nei social e/o via mail]