Asta online di donne musulmane

Reading Time: 1 minute read

Il Forum sui diritti umani (HRF) ha invitato le autorità interessate a prendere provvedimenti immediati contro le persone coinvolte nel crimine d’odio contro le donne musulmane sull’app Bulli Bai.

I membri dell’Andhra Pradesh e del Comitato di coordinamento Telangana dell’HRF hanno affermato che si trattava di un crimine organizzato intrapreso contro le donne musulmane schiette per zittirle.

Il membro della HRF VS Krishna ha affermato che, nonostante i reclami presentati alle autorità contro le domande “Sulli Deals” e “Bulli Deals”, il sito è emerso su Internet.

“La polizia non è riuscita ad agire contro i colpevoli e gli autori di questo bullismo virtuale e della misoginia violenta sono rafforzati dall’impunità che l’establishment al centro offre loro”, ha affermato.

“Queste aste virtuali riflettono il modo in cui il nostro ecosistema digitale puzza di islamofobia, denigrazione delle donne musulmane e semplice bigottismo. Il livello di depravazione è davvero scioccante “, ha detto un altro membro della HRF, S Jeevan Kumar. Invitando le autorità, l’HRF ha richiesto un sondaggio per garantire che gli autori fossero portati a prenotare e puniti severamente.

Fonte : thehansindia.com

[Condividi questo post nei social e/o via mail]