Anno Domini 1922, Visioni profetiche di un contadino

Reading Time: 2 minutes read

Un contadino veggente, nell’anno 1922, a Locchan in Bregenz, nel Voralberg (Germania), ebbe una sequenza di visioni profetiche, che il padre benedettino Ellerhorst trascrisse nel seguente modo.

1. Il Cristo si ritira dinanzi all’avanzare della malvagità umana, lasciando l’umanità in balia di se stessa e del principe delle tenebre.

2. Corruzione generale, grande carestia, tanto da indurre a macinare le scorze degli alberi per farne farina; anche l’erba dei prati è usata come cibo.

3. Rivolte politiche nelle quali molti vengono incarcerati e giustiziati. Fuga sui monti e affollamento intorno ai prestatori su pegno. La rovina giunge improvvisa dalla Russia: prima colpita è la Germania, poi la Francia, l’Italia e l’Inghilterra. Ovunque tumulti e distruzioni Il veggente vede una strada ampia e lunga: ai due lati vi sono soldati; ai margini uomini, donne, vecchi e bambini. Sul ciglio della strada, una ghigliottina con due carnefici: scorre sangue d’innumerevoli decapitati.

4. Le regioni del Reno vengono distrutte da aerei e da eserciti invasori.

5. Parigi incendiata e distrutta; Marsiglia sprofonda in un baratro che le si è formato intorno, e viene coperta dalle tenebre di un’alta marea.

6. Eccidio a Roma, con montagne di cadaveri. Il Papa fugge…

7. Tenebre per tre giorni e tre notti. Inizio con un terribile tuono o terremoto. Non arderà alcun fuoco. Non si potrà né mangiare, né dormire, ma solo pregare. Ardono candele benedette. Lampi penetrano nelle case. Terremoti e maremoti. Invocazioni di Gesù e di Maria da parte di alcuni; imprecazioni di altri. Vapori di zolfo riempiono l’aria; pestilenze.

8. Una croce appare nel cielo, come all’inizio della visione: è segno della fine delle tenebre. La terra è deserta come un immenso cimitero. Uomini atterriti escono dalle case. Vengono raccolti i morti e seppelliti in fosse comuni. Le strade sono silenziose e nelle fabbriche le macchine sono ferme perché non v’è nessuno che le metta in azione.

9. I sopravvissuti sono uomini santi. La Terra è trasformata in paradiso. Il veggente ode pregare ad alta voce, in tedesco.

10. I beni sono ripartiti fra i sopravvissuti. Trasmigrazioni verso le zone più spopolate. Dai luoghi di montagna gli uomini scendono ad ad abitare le pianure dove il lavoro è facilitato. Gli Angeli assistono gli uomini nelle loro necessità, con i consigli e le azioni.

A.C.

[Condividi questo post nei social e/o via mail]